Haunted Baccarat New! 

 

Introduzione

Finalmente ci siamo! In molti stavate aspettando il rilascio di questo nuovo Software per il Baccarat e visti i risultati dei video mi sembra anche logico!

Passo quindi per gradi a spiegarvi da dove sono partito e come sono arrivato alla produzione finale di Haunted Baccarat (traduzione per chi non mastica l’inglese: Baccarat Stregato).

Inizialmente questo doveva essere il secondo modo di giocare di un altro software da cui ero partito e che riprendeva i concetti già usati nel software ► Trend Grabber per la Roulette, con cui vi ricordo che ho vinto per oltre 14 giorni di fila (vedi video su ► YouTube).

Poi però, durante i test, questo secondo modo di giocare mi è sembrato molto più coinvolgente e facile da apprendere per il giocatore, anche perchè è vero che bisogna attendere l’inizio del sabot (nb: il sabot è quella scatola rettangolare da cui il dealer estrae le carte, nella versione online del Baccarat un sabot contiente 8 mazzi di carte e vengono estratti circa 4 mazzi prima di ricominciare), ma una volta partiti si punta praticamente ad ogni mano.

Ma perchè al Baccarat online si giocano solo 4 mazzi anzichè finire tutte le carte contenute nel sabot?


Baccarat Deck Penetration

Semplice, perchè con una bassa penetrazione del mazzo (lo so sembra una cosa brutta e dolorosa, ma in gergo vi assicuro che si dice proprio così) i contatori di carte (card counters) non riescono ad ottenere il vantaggio che altrimenti conseguirebbero se fossero giocate tutte le 416 carte contenute nel sabot.

Questo concetto (low deck penetration) è ancora più vero al Blackjack, dove accade praticamente la stessa cosa; pensate che esiste anche il sette e mezzo online, dove bisogna per forza giocare con un solo mazzo di carte e per evitare la conta delle carte, il dealer mischia nuovamente tutto il mazzo dopo ogni singola mano giocata!


Contare le carte al Baccarat aiuta a vincere?

Il motivo per cui i giocatori contano le carte al Baccarat o al Blackjack o a qualunque altro gioco di carte, è semplicemente quello di cercare di ridurre il più possibile il vantaggio del banco o addirittura portare il segno + alla EV (Expected Value o aspettativa di vincita) del giocatore.

In tutti i giochi di carte da casinò la EV per il giocatore è negativa, nel senso che nel lungo periodo il banco guadagnerà esattamente la percentuale di EV negativa sul totale dei soldi puntati dai giocatori.

Come forse avrete già letto nel post dedicato al mio primo software per il Baccarat, ovvero ► Baccarat Red Killer, dove vi spiego anche in sintesi le Regole del Baccarat, contare le carte può aiutare il giocatore ad abbassare la EV sulla puntata Player dal -1.76% al -0,83% e quella sulla puntata Banker dal -1.46% al -0,55%.

Un bel risultato tutto sommato e ad esempio irraggiungibile alla roulette, dove la tassa è fissa al -2,70% qualunque cosa si provi a fare (al netto ovviamente di bias o altri vantaggi non convenzionali),  ma resta pur sempre un’aspettattiva negativa, motivo per cui contare le carte al Baccarat è ritenuto dai più un’attività decisamente poco proficua.

 


Contare le carte in modo professionale

Come ho scritto pochi giorni fa anche sul ► canale Telegram, un utente mi ha inviato dal Canada una conta per il Baccarat di un matematico ed esperto di gambling americano, del quale troverete  in rete molte più info ed alcuni ►interessanti libri che per Natale sicuramente mi regalerò.

La particolarità di questa conta, a differenza di quella pubblicata nel post dell’altro software per il Baccarat, è che in determinate condizioni riesce davvero a portare la EV del giocatore in positivo!

La conta in sostanza è questa:

  • A=-1
  • 2= -1
  • 3 =-1
  • 4 =-2
  • 5=+1
  • 6=+2
  • 7=+1
  • 8=+1
  • 9=0
  • 10=0
  • J=0
  • Q=0
  • K=0

Man mano che escono le carte quindi si fa la somma dei valori precedenti e si guarda al valore totale, chiamato anche True Count.

Ecco i risultati di una simulazione di un miliardo (1.000.000.000) di sabot da 8 mazzi con la carta bianca inserita a 14 carte dalla fine (giocando cioè tutte le carte tranne le ultime 14 e non come avviene online, dove si gioca fino alla metà del sabot, cioè circa 4 mazzi su 8), utilizzando il sistema di conteggio delle carte sopra indicato:

►Conta: (-1, -1, -1, -2, +1,+2 ,+1,+1, 0, 0,0,0,0)

  • Puntata: Player.
  • Target True Count: +22.
  • Frequenza puntata: 0,1139% (1 su 878 mani).
  • Margine medio: +0,4413%.
  • Unità vinte per 100 mani: 0,000503.

Con questa conta dunque se un giocatore fa una scommessa sulla chance Player di 1.000 euro ogni volta che il True Count è +22 o superiore, farà una scommessa in media ogni 11 sabot e la sua percentuale di vincita sarà di circa 50,3 centesimi ogni 100 mani giocate.

Le regole sono le stesse (anche se con risultati leggermente diversi) se invece consideriamo solo la chance Banker:

  • Puntata: Banker.
  • Target True Count: -25.
  • Frequenza puntata: 0,0556% (1 su 1.798).
  • Margine medio: +0,2242%.
  • Unità vinte per 100 mani: 0,000125.

Se un giocatore fa una scommessa sulla chance Banker di 1.000 euro ogni volta che il True Count è -25 o inferiore, farà una scommessa in media ogni 22 sabot e la sua percentuale di vincita sarà di circa 12,5 centesimi ogni 100 mani giocate.

Notate che il sistema di conteggio delle carte per la chance Banker è semplicemente il negativo del sistema di puntata sulla chance Player, è quindi possibile utilizzare la conta su entrambe le chanche.

Usando questo sistema e puntando 1.000 euro sulla chance appropriata ogni volta che il conteggio (True Count) lo indica, il contatore professionista può guadagnare circa 63 centesimi ogni 100 mani giocate.

Dato che il ritmo di gioco per il baccarat dal vivo è di circa 50 mani all’ora, il guadagno atteso è di circa 31,5 centesimi all’ora.

In una classica giornata lavorativa di 8 otto ore dunque, il professionista che punta 1.000 euro ogni volta che è indicato dalla conta, guadagnerà circa 2,50 euro al giorno, il prezzo medio una colazione al bar!

Qual è quindi il risultato di tutto ciò? E’ che con questa aspettativa di vincita tutto sommato forse non vale la pena contare le carte al Baccarat, senza considerare poi che online non si arriva mai a giocare tutto il sabot e quindi le percentuali di prima diventano ancora più basse se possibile.


Valore atteso (Expected Value)

Resta però un fatto non trascurabile, che anche se parliamo di una percentuale davvero irrisoria, comunque la conta delle carte di prima e sebbene solo in determinate condizioni,  sposta l’EV del giocatore dalla parte del segno + e questa è una cosa davvero importante!

Guardate infatti cosa accade alla cassa di un giocatore di Roulette che punta sempre 1 euro sulla chance Rosso per 10.000 spin.

 E se lo stesso giocatore avesse giocato sul Nero anzichè sul Rosso?

Come vedete un’aspettativa (EV) negativa non da scampo, ecco perchè ultimamente tutti i miei studi sulla Roulette stanno dando molta più importanza ad aspetti come il giocare pochi colpi per sessione e con un obbiettivo giornaliero di poche uinità,  ma questa è un’altra storia, peraltro già testata positivamente con il software ► Trend Grabber.

Torniamo a noi, spero quindi sia chiaro che una EV negativa non consente in nessun caso un’impostazione proficua nel lungo periodo del nostro gioco.

Se invece la EV diventa per qualche motivo positiva, diciamo anche di appena lo 0,2242% come nel caso della conta di prima sulla puntata Banker, cosa succede alla cassa del giocatore ad esempio dopo un milione (1.000.000) di mani giocate?

Anche se grazie alla conta delle carte l’EV del giocatore è a tratti positiva, la prospettiva di dover puntare migliaia e migliaia di euro per vincere in media un caffè al giorno non è certo allettante per nessuno, mi sono però chiesto cosa poteva succedere se alla classica puntata flat (scommettere sempre lo stesso importo), si potesse abbinare una manovra (o progressione di puntata), per provare a massimizzare questo piccolissimo ma tutto sommato concreto vantaggio per il giocatore.


Il Criterio di Kelly

Cito Wikipedia: nella Teoria delle probabilità, il ► criterio di Kelly, o strategia di Kelly o formula di Kelly, o puntata di Kelly, è una formula utilizzata per determinare la dimensione ottimale del capitale da investire in una scommessa.

Nella maggior parte degli scenari di gioco ed in alcuni scenari di investimento, la strategia di Kelly nel lungo periodo farà sostanzialmente meglio di qualsiasi altra differente strategia.

La teoria è stata enunciata da John Larry Kelly, Jr. nel 1956 sul Bell System Technical Journal.

Edward O. Thorp ha dimostrato l’uso pratico della formula in un articolo del 1961 per la American Mathematical Society e successivamente nel suo famoso libro sul Blackjack “Beat the Dealer”.

Anche se la strategia di Kelly promette di fare meglio di ogni altra strategia, alcuni economisti si sono battuti strenuamente contro di essa. L’alternativa convenzionale è la teoria di utilità, che indica che le scommesse devono essere dimensionate in modo da massimizzare il valore atteso dell’utilità dei risultati.

Anche i sostenitori ritengono in generale che la quota di Kelly debba essere frazionata (cioè scommettere una frazione fissa della quantità raccomandata dalla formula di Kelly) per una serie di motivi pratici, come ad esempio ridurre la volatilità.


La formula di Kelly

La formula di Kelly serve dunque per calcolare l’entità delle puntate ed è la seguente:

dove:

  • f è la frazione del bankroll da scommettere (la puntata);
  • b è il pagamento netto della scommessa se vincente (nel senso che, per ogni euro scommesso, se ne possono vincere b);
  • p è la probabilità di vincita;
  • q è la probabilità di perdita (pari, nelle scommesse a 2 possibili esiti, a 1 − p).

Per esempio, se una scommessa ha il 60% di probabilità di vincita (p = 0.60 e q = 0.40) e la quota del pagamento è 1:1 ad ogni puntata vinta (b = 1), allora in base alla formula di Kelly il giocatore dovrebbe scommettere il 20% del proprio bankroll ad ogni singola puntata (f = 0.20), in modo tale da massimizzare il proprio capitale nel lungo termine.

Negli anni molti hanno provato inutilmente (ed erroneamente) ad utilizzare la formula di Kelly, soprattuto nel Trading o alle scommesse sportive, ma anche alla Roulette; purtroppo però non tutti tengono in considerazione un aspetto fondamentale: quando si vuole provare ad applicare questa formula, il presupposto essenziale è quello di avere un vantaggio, che poi è proprio quello che abbiamo visto poco fa parlando della conta del pro americano.

Bene, quanto riportato finora costituisce solo le basi su cui ho costruito questo nuovo software per il Baccarat online; inizialmente ero abbastanza indeciso sul titolo da dargli, ma poi provandolo sul campo non ho avuto alcun dubbio, perchè almeno finora i risultati sono davvero da paura!


Haunted Baccarat: il Software

A parte la classica finestra di presentazione, dove basta inserire il codice di attivazione che trovate nel manuale disponibile su Amazon, il programma propone un unico pannello di gioco.

 

Partiamo dall’alto, anche perchè il gioco inizia proprio con la conta delle carte uscite.

Nei video su ► YouTube è tutto chiaro, cominciamo comunque col dire che si parte all’inizio del sabot e che si registra anche la prima carta che viene scoperta dal dealer, cioè quella che poi determina quante carte saranno “bruciate”, ovvero eliminate dal sabot prima di iniziare a giocare.

Per ogni carta che viene mostrata premete dunque i rispettivi pulsanti da A ad 8; mancano come vedete 9-10-J-Q-K, perchè in base alla conta hanno valore zero e sono quindi ininfluenti per il totale (True Count).

Rispetto alla conta originale, in Haunted Baccarat ho modificato i parametri +22/-25 per entrare in gioco, perchè altrimenti ci toccava giocare in media 1 volta ogni 11 sabot sulla chance Player, piuttosto che 1 volta ogni 22 sabot su quella Banker ed invece come avete visto nei video con Haunted Baccarat si punta praticamente ad ogni mano.

Una volta inseriti i valori delle carte appena uscite, si vede subito nel pannello sotto su quale chance puntare (Player/Banker) e si clicca velocemente sul pulsante CHECK NEXT BET che, sulla base di quanto riportato nel campo Bank $ (il nostro bankroll), determina il valore della prossima puntata (NEXT BET).

Fatto questo, si prega e si attende l’esito della mano, che può essere:

  • ho perso: clicco sul pulsante al centro con l’immagine del teschio 💀;
  • ho vinto puntando sulla chance Player: clicco sul pulsante PLAYER 💰;
  • ho vinto puntando sulla chance Banker: clicco sul pulsante BANKER 💰;
  • ho pareggiato (TIE): non faccio nulla, però per sicurezza clicco comunque sul pulsante CHECK NEXT BET, perchè in base alle carte appena uscite potrebbe cambiare la chance da puntare alla mano successiva.

Fate molta attenzione a non confondervi: ► sui pulsanti PLAYER/BANKER si clicca solo quando si è davvero vinta la mano e non in base a quale mano è risultata vincente dopo l’estrazione delle carte.

Dopo ogni colpo vinto o perso, i campi Winning Hands e Lost Hands riportano il numero di colpi vinti/persi, il cui delta appare al centro (sotto al pulsante con il teschio che si preme quando si perde la mano).

Questo valore è molto importante, perchè determina, in base all’andamento del sabot, lo stile di gioco che avremo nelle mani successive grazie all’Autopilot.


Haunted Baccarat: Autopilot

Uno dei punti sui convergono sia i sostenitori che gli avversori del criterio di Kelly, è quello dell’importanza di non usare la formula di Kelly puntando esattamente l’importo che propone, ma di usare una frazione di questo importo.

Riporto nuovamente per brevità quanto già scritto prima su questo punto: le scommesse devono essere dimensionate in modo tale da massimizzare il valore atteso dell’utilità dei risultati, la quota di Kelly va frazionata (cioè scommettere una frazione fissa della quantità raccomandata dalla formula di Kelly) per una serie di motivi pratici, come ad esempio ridurre la volatilità, perchè anche quando si ha un vantaggio matematico sul banco, la varianza può giocare davvero brutti scherzi!

L’Autopilot in sostanza serve proprio a questo: aumentare la puntata quando si è in vincita e ridurla quando il trend dei colpi vinti/persi è negativo.

Per capire meglio questo concetto e vederlo applicato sul campo, vi consiglio di guardare interamente questo video, che vale sicuramente più di mille parole.


Le regole dell’Autopilot

Se quindi il saldo tra colpi vinti/persi è maggiore o uguale a 3, l’Autopilot si imposta autonomamente sul gioco aggressivo Wild, se il saldo dei colpi è compreso tra -2 e +2 lo stile di gioco viene impostato su Standard, mentre se il saldo è negativo, ovvero minore o uguale a -3, lo stile diventa chiuso e cauto: Tight.

A questi 3 stili di gioco corripondono 3 diversi valori frazionari della formula di Kelly, ovvero:

  • Stile Tight: si punta 1/3 (un terzo) della somma proposta dalla formula originale di Kelly;
  • Stile Standard: si punta un 1/2 (la metà) della somma proposta dalla formula originale di Kelly;
  • Stile Wild: si punta esattamente la somma proposta dalla formula originale di Kelly (e si prega).

Ma quale valore viene utilizzato nella formula di Kelly per indicare il vantaggio percentuale della puntata?

Il valore atteso dalla conta come abbiamo visto prima varia dallo 0,22% allo 0,44%, ma purtroppo solo quando si raggiungono i valori della conta +22 o -25; non volendo aspettare anni prima di giocare, mi sono voluto basare su un concetto che ho ribattezzato col nome di “promessa di positività” del sabot.

In pratica in base all’andamento della conta, il True Count (il totale della somma delle singole carte uscite) tenderà verso un valore positivo (si punta prettamente sulla chance Player), piuttosto che verso uno saldo della conta negativo (ovvero si punta prettamente sulla chance Banker).

Quando il True Count oscilla tra valori compresi tra -2 e +2 ho immaginato il profilarsi di un andamento altalenante del nostro gioco, per cui il valore atteso (promessa di positività) che identifica il vantaggio percentuale della puntata da inserire nella formula di Kelly è impostato solo all’1%.

Se invece il trend inizia ad essere più orientato a prendere una direzione precisa, cioè il saldo del True Count è ricompreso tra i valori -5 e +5, il vantaggio ipotizzato nella formula di Kelly sale al 2%.

Se tale trend diventa ancora più evidente, cioè il True Count raggiunge e supera il valore +6 (o il suo opposto -6), allora il vantaggio ipotizzato viene impostato da Haunted Baccarat al 3% (valore massimo).

Questo valore è ben evidente nel programma ed è riportato nel campo in arancione K% (quello sotto la scritta “Wild”).


Protezione del Bankroll

Abbiamo già detto che anche in caso di vantaggio matematico a causa della volatilità (o varianza se preferite), il giocatore può tranquillamente perdere.

Non mancheranno infatti dei sabot “stregati”, quelli in cui ad esempio il True Count indica un evidente vantaggio della chance Player, ma ciò nonostante la mano Banker continua a vincere senza ritegno, portanto il giocatore ad incassare colpi persi su colpi persi, praticamente un incubo dal quale per fortuna ci risveglieremo sicuramente, ma molto probabilmente solo alla fine del sabot.

Questo purtroppo è assolutamente normale ed inevitabile, perchè rientra nel concetto di “varianza” di cui prima e nessuno può farci niente.

Possiamo però, in caso di tale inevitabile e non rara situazione, provare a limitare i danni, come?

In questa pessima situazione (True Count molto alto, ma continui colpi vincenti sulla chance opposta), il valore del campo K% sarà necessariamente il più alto, cioè 3 e quindi la puntata indicata dalla formula di Kelly sarà impostata come se avessimo un vantaggio ipotetico del 3% e questo è assolutamente corretto statisticamente parlando (perchè lo indica la conta), però a questo punto interverrà in nostro soccorso l’Autopilot, che vedendo il saldo tra mani vinte e perse purtroppo in negativo, imposterà lo stile di gioco su Tight, verrà cioè generata la puntata successiva considerando come frazione da usare per i calcoli solo 1/3 (un terzo) dell’importo generato dalla formula di Kelly.

Quello riportato prima era il caso peggiore, nella normalità invece incontreremo dei sabot con una serie di colpi vinti/persi sostanzialmente in equilibrio, che ci porteranno quindi ad un andamento altalenante del nostro bankroll, ma per fortuna sicuramente non distruttivo.

 

La situazione ideale si realizza invece quando tutto va come deve andare, ovvero quando il True Count indica una direzione precisa ed anche le carte danno ragione alla statistica, che è poi quello che è realmente successo nel video di prima, dove addirittura, giunto quasi alla fine del sabot, non ho avuto il coraggio di proseguire con le puntate, perchè anche se vincenti, stavano salendo vertiginosamente!

Questo è stato comunque un errore: i trend positivi quando capitano vanno sempre sfruttati fino in fondo!

Nel video infatti la conta era fortemente orientata verso la chance Banker e quindi Haunted Baccarat ha impostato il 3% come valore del vantaggio nella formula di Kelly, anche il saldo tra colpi vinti e persi ha superato la soglia prevista e quindi anche l’Autopilot si è impostato sulla modalità di gioco Wild (aggressivo), ovvero considerando il 100% della somma proposta dalla formula di Kelly per calcolare la puntata successiva (full Kelly).

Il resto è storia ed il lieto fine si vede chiaramente nel video di prima che trovate online insieme a tutti gli altri.


Protezione delle Vincite

Oltre alla protezione del bankroll nei momenti difficili quando l’Autopilot è attivo, ho previsto anche una protezione delle vincite.

In pratica riguardandomi tutti i video dei sabot finora giocati, ho cercato di capire se c’era modo di tutelare anche le fasi positive, oltre che quelle negative.

La ricerca mi ha portato a notare che quando il saldo delle mani vinte/perse raggiunge il valore +8, molto raramente le vincite proseguono, o meglio, diciamo che una volta arrivati ad 8 sono state molte di più le volte che è iniziata una fase calante piuttosto che una continuazione di quella vincente.

Per preservare dunque anche le vincite faticosamente conseguite, quando l’Autopilot è attivo se si raggiungono le 8 vittorie il conteggio delle mani vinte/perse viene azzerato, riportando così in automatico lo stile di gioco da Wild a Standard, con conseguente abbassamento anche della puntata successiva.

Tutto questo ovviamente non avviene se il giocatore disabilita l’Autopilot togliendo l’apposita spunta.


Modalità di gioco alternativa (Low Bankroll)

 

Vi ricordo che l’Autopilot è abilitato di default, ma in alternativa è anche possibile giocare diversamente, ovvero:

Potete impostare manualmente la modalità che preferite tra Tight/Standard/Wild (va in questo caso tolta la spunta dall’Autopilot) e puntare 1/2/3 unità (decidete voi il valore), in base a quanto indicato nel campo K%.

Se giocate ad esempio con valore base 5 euro ed il campo K% indica il valore 2, punterete 10 euro, se riporta il valore 3 punterete 15 euro, potendo poi, in caso di trend positivo, aumentare il valore dell’unita base da 5 a 10 e così via.

Consiglio all’inizio di utilizzare un’unità base di 1 o 2 euro, questo può essere utile per prendere confidenza col programma e capire meglio come possono evolvere le fluttuazioni della cassa durante il gioco.


Altre Opzioni

Nel campo Bank $ spero sia chiaro che va inserito il bankroll iniziale prima di iniziare a giocare, non è detto che sia quello reale, ma sappiate che è su quel valore che Haunted Baccarat farà tutti i calcoli degli importi da puntare.

Nel campo MIN $ si inserisce la puntata minima prevista dal tavolo (1 in figura), questo serve perchè la chance Banker paga 0,95 volte la puntata quando vince, ci saranno quindi sicuramente importi con i centesimi e se il valore della puntata calcolata è inferiore al minimo impostato, Haunted Baccarat proporrà comunque 1 anzichè ad esempio 0,36 o altri importi che non verrebbero accettati dal tavolo.

Nel campo Balance è riportato il saldo della sessione, rappresenta cioè la vincita/perdita netta conseguita fino a quel momento.

Chiudo infine col la spiegazione del tasto in alto al centro, quello con la ragnatela 🕸️ ovvero il mitico Luck Attractor (attrattore di fortuna): ovviamente è un gadget messo lì per divertimento (soprattutto il mio), perchè in pratica serve solo a riprodurre uno stacchetto musicale porta fortuna (o anti sfiga se preferite), volete sapere se funziona? Guardate il video di prima dal minuto 20:15 in poi!


DOMANDE FREQUENTI

Ecco le risposte alle domande più frequenti che mi avete posto sul ► canale Telegram

► Ma una volta scaricato puoi giocare sempre oppure devi aspettare il momento opportuno?

Devi aspettare l’inizio di un nuovo sabot, tutto qui, perché la conta deve iniziare quando tutti gli 8 mazzi sono ancora nel sabot.

►  Ma ti avvisa lui quando iniziare o devi stare lì ad aspettare?

Si aspetta solo l’inizio del nuovo sabot, poi praticamente si gioca ogni mano, devi aspettare solo se apri un tavolo e c’è un sabot già in corso, in questo caso o aspetti o cambi tavolo per trovarne uno dove il sabot sta per finire, cioè quando è arrivato a circa la metà degli 8 mazzi di carte che contiene.

►  Come si vede se un sabot sta per finire?

Te ne accorgi perchè un sabot dura max 35/40 mani, che poi sarebbero i pallini rossi e blu che si vedono nella finestra del casinò (di solito in basso sulla sinistra). Se apri un tavolo e vedi che ci sono già 25/30 pallini allora capisci che mancano più o meno una decina di mani al termine del sabot.

► Il software indica di puntare sempre su Banker o sempre su Player oppure può cambiare?

Può cambiare in base al totale (True Count) della conta.

► Qual è il bankroll minimo consigliato?

Non esiste un minimo o un massimo consigliabile, perchè le puntate sono calcolate in percentuale sull’importo che il giocatore indica nel campo Bank $. Trattandosi di gambling ovviamente la cautela non è mai troppa, sempre meglio dunque iniziare con un bankroll moderato per poi farlo crescere lentamente, anche perchè più cresce il bankroll è più alte diventano le singole puntate.


⚠️ Se ti interessa questo Software per il Baccarat online puoi acquistare il manuale dal link qui sotto, all’interno dell’ebook troverai le istruzioni per il download ed il codice di attivazione. Tutte le altre info le trovi ➡️ qui.

www.bettingsoftwareshop.com

Vuoi restare aggiornato sulle nostre pubblicazioni?

iscriviti al canale Telegram e Youtube

Subscribe Now! + 🔔

Author: ThatsLuck
ThatsLuck.com sviluppa contenuti per il Betting Online con lo scopo di aiutare i giocatori a vincere e non è affiliato a casinò o bookmaker. Se anche tu condividi con noi questa passione, iscriviti sul canale Telegram e YouTube per restare informato su tutte le prossime pubblicazioni e se ti è piaciuto questo contenuto lascia un bel like di incoraggiamento cliccando sul pulsante 👍 all'inizio del post o sulle cover dei singoli libri. Grazie!