Super Sic Bot New! 

 

Il Primo Bot per il Sic bo Online!

Ebbene si, su ThatsLuck abbiamo in esclusiva mondiale il primo BOT per il Sic bo online!

Di questo gioco dei dadi molto popolare ormai non solo in Asia (soprattutto a Macao), ho già parlato ampiamente quando ho pubblicato il software ► Sic bo Adventure, dal quale questo nuovo bot eredita praticamente tutto, ovvero sia i concetti di base che la selezione adottata per scegliere le puntate, ma prima di proseguire è assolutamente necessario fare un passo a ritroso nel tempo.


Le origini del Bot

Super Sic Bot è in pratica la versione automatizzata del software ► Sic bo Adventure, che a sua volta è la versione adattata al Sic bo di ► Trend Grabber, un software per la roulette online col quale mesi fa ho vinto per oltre 15 sessioni consecutive, trasformando 50 euro in 1.000 euro, come dimostrano i vari video disponibili sul canale YouTube.

A sua volta ► Trend Grabber si basa sull’applicazione alla roulette della Distribuzione t-Student per determinare l’ampiezza di uno scarto (gap), formula ampiamente utilizzata con soddisfazione anche nel software roulette ► t-Luck Algorithm.


La prima chiave per vincere al gioco online: controllare gli scarti (gap)

Se ancora non ti è chiaro, al gioco online, qualunque esso sia, non si perde per colpa della tassa, dello zero alla Roulette o più in generale del vantaggio del banco o dei limiti di puntata, ma a causa della distribuzione caotica degli scarti e, aggiungo senza alcun dubbio, della nostra condotta di gioco.

Tanto per fare un esempio calzante, considera come “certo” che in 100 spin della roulette la chance Rosso o Nero sortisce con una frequenza statistica del 100% almeno 20 volte.

Questo significa che se le 20 sortite del Rosso fossero equamente distribuite nei 100 spin, avremmo in pratica uno spin vincente Rosso una volta ogni 5 (100:20 = 5).

Basterebbe dunque applicare una semplice martingala a 5 livelli per avere la certezza matematica della vincita perpetua!

Nella realtà invece sappiamo benissimo che purtroppo la distribuzione degli “almeno” 20 numeri Rosso ogni 100 spin sarà del tutto casuale (caotica) e se a questo aggiungiamo i limiti di puntata imposti dal banco, ecco che quantomeno abbiamo capito su quale aspetto del gioco si devono concentrare i nostri studi per il futuro, ovvero su come provare a ridurre o comunque limitare gli scarti che generano due chance contrapposte con probabilità prossima al 50%, proprio come le chance semplici alla Roulette, le chance Banker o Player al Baccarat ed ovviamente anche le chance Big e Small del Sic bo.


La seconda chiave per vincere al gioco online: la condotta di gioco

Come ho già scritto prima, la seconda ragione delle principali sconfitte del giocatore è rappresentata dalla condotta che tiene al tavolo, o comunque ogni volta che affronta una nuova sfida contro il banco.

Parliamoci chiaro: la stragrande maggioranza dei giocatori gioca anzitutto per il puro gusto di giocare e non per vincere.

Su questo aspetto riterrei emblematico un film del 1974, ► California Poker di Robert Altman, la cui trama in sostanza parla di un giornalista con la passione del gioco d’azzardo perseguitato dai creditori che incontra in una sala da gioco uno sfaccendato; insieme decidono di vendere quel poco che hanno e di partire alla volta del Nevada per tentare la fortuna nei casinò: la sorte li assiste ed in una sola serata riescono a vincere ben 82.000 dollari, ma alla fine si accorgono con estrema amarezza che giocare è molto più interessante che vincere.

Non sei d’accordo? Pensa a quante volte hai vinto anche discrete somme, che fine hanno fatto le vincite?

Risposta facile: sono state restituite al casinò (magari con gli interessi) nelle sessioni di gioco successive.

Perché succede questo? Semplice, perché ogni volta che iniziamo a giocare lo facciamo principalmente per il puro gusto di giocare, senza impostare una strategia o prefiggerci un obbiettivo concreto e senza questi importanti elementi, in pratica, non facciamo altro che giocare esattamente come vuole il banco.


La soluzione per vincere online

La prima chiave per vincere matematicamente al gioco, ovvero controllare gli scarti (gaps), non è attualmente noto che esista.

Potremmo parlare per mesi degli innumerevoli tentativi che si sono susseguiti nei secoli per trovarla, anche da parte di scienziati e matematici, ma su questo argomento mai dire mai, anche perché come scrisse credo Einstein “una soluzione è impossibile finché non arriva un non addetto ai lavori che la trova”.

Proprio in tema di “tentativo” di controllo degli scarti (gaps), l’adozione del t-Student e dei Middle Trend (leggi anche il post del software ► Lobby Sentinel se vuoi approfondire questo importante concetto), mi hanno fatto registrare risultati molto interessanti negli ultimi mesi, nel senso che semplicemente mi hanno fatto vincere con una inattesa regolarità.

Non mi è però ancora chiaro, anche se tutto sommato sarebbe già un notevole passo avanti in termini di prospettive per gli studi futuri, se le vincite sono state conseguite grazie alla selezione  (t-Student più Middle Trend), o grazie alla condotta di gioco adottata, o magari grazie ad entrambi i fattori!

Passiamo quindi a parlare della seconda chiave per vincere al gioco, elemento che a differenza del primo (controllare gli scarti) è decisamente meno utopistico, nella misura in cui parliamo di azioni volontarie e “determinate”, che per loro natura nulla hanno a che vedere con la casualità che regola tutti i giochi d’azzardo di oggi o del passato.

In realtà ho già velatamente parlato in un ► altro post sul Baccarat di quale possa essere una condotta di gioco vincente almeno nel breve/medio periodo e l’ho fatto nel paragrafo relativo all’Expected Value del giocatore.


VALORE ATTESO (EXPECTED VALUE)

Guardate cosa succede alla cassa di un giocatore di Roulette che punta sempre 1 euro (flat bet) sulla chance Rosso per 10.000 spin.

E se lo stesso giocatore avesse giocato sul Nero anziché sul Rosso?

Come vedete un’aspettativa (EV) negativa non da scampo nel lungo periodo, ecco perché ultimamente tutti i miei studi sulla Roulette o il gioco online in generale stanno dando molta più importanza ad aspetti come il giocare pochi colpi per sessione (e questo è contro l’indole del giocatore medio) e con un obbiettivo giornaliero anche di poche unità,  strategia come sapete già testata positivamente con il software ► Trend Grabber ed ampiamente documentata nei video che potete trovare sul canale YouTube.

Faccio ora uno zoom su una sezione della prima immagine (quella del giocatore che punta sempre 1 euro sul Rosso) per condividere con voi una riflessione: se lo stesso giocatore anziché giocare tutti i 10.000 spin senza interruzione fosse entrato in gioco puntando sul Rosso solo nei momenti evidenziati in figura con i cerchi gialli, avrebbe vinto costantemente addirittura a massa pari! (flat bet).


La chiave del gioco

Provando ad immagine come riprodurre la condotta di gioco di questo misterioso giocatore, sicuramente guardando solo il grafico non saremo in grado di capire il momento in cui entrare in gioco (sarebbe il Sacro Graal a cui tutti ambiscono da secoli), possiamo però sicuramente prendere nota del fatto che, a prescindere dalla selezione adottata, il giocatore scommette per un tempo limitato e che ad un certo punto sistematicamente si ferma e smette di giocare, per poi riprendere più avanti nel tempo con la medesima regola del play and stop.

Questa condotta di gioco è in pratica la stessa che ho adottato nelle sessioni vincenti con ► Trend Grabber, dove ho usato il t-Student per selezionare quando entrare in gioco, ho usato una manovra aggressiva per recuperare i colpi persi (principalmente la D’Alembert, anche se come potete vedere nei video su YouTube ho provato tutte e 5 le manovre disponibili) ed ho impostato uno StopWin per sessione di 5 unità da 10 euro (non ho invece mai applicato uno StopLoss determinato prima di iniziare una sessione).

Alcune sessioni sono durate 10 minuti, altre per vincere 5 unità ho giocato fino a 3 ore, in altre non riuscivo mai a salire e mi sono fermato solo a +1, ma centrando sempre l’obbiettivo di chiudere la giornata in positivo.

Un altro elemento determinante della condotta di gioco adottata con ► Trend Grabber è stato infine quello di percepire come stava andando la sessione: se dopo un’ora di gioco ancora stentavo a salire, semplicemente chiudevo la sessione solo a +1, al contrario se notavo vari colpi vincenti ravvicinati, passavo addirittura alla Martingala per chiudere subito la sessione.


Super Sic Bot

Perché ho scritto tutto questo quando so già che solo pochi lettori avranno cura di leggere con attenzione e soprattutto di sforzarsi di capire?

Anzitutto perché, citando nuovamente Einstein, “chi segue sempre la folla non andrà mai più lontano della folla”, quindi ben venga la “folla” che alimenta le casse dei casinò e ben venga anche chi invece della “folla” vuole seguire ThatsLuck, per provare ad avere finalmente risultati decisamente diversi da quelli della “folla”.

Basta con la filosofia e passiamo ai fatti: Super Sic Bot come ho già ampiamente indicato è un bot per il gioco del Sic bo online, prevede quindi che il giocatore si limiti ad avviarlo impostando solo alcuni semplici parametri.

La strategia di gioco e la selezione adottata come ho già detto sono le medesime utilizzate nei software ► Trend Grabber e ► Sic bo Adventure, leggete pertanto i relativi post se volete capire il ragionamento adottato.


Avvio del Bot

Una volta sbloccato il software con il codice contenuto nel manuale in vendita su Amazon e dopo aver configurato il Bot con la procedura che vedremo tra poco, l’unica azione da compiere è quella di premere sul pulsante SIB BOT OFF per avviare il bot.


Le Progressioni di puntata

Prima di avviare Super Sic Bot è anche possibile scegliere la progressione da utilizzare tra le 5 disponibili che sono le seguenti:

►Martingala: non credo ci sia bisogno di spiegazioni, semplicemente si raddoppia la puntata ad ogni colpo perso e si prega.

►D’Alembert: questa manovra è simile alla Martingala, ma apparentemente meno violenta; si aumenta la puntata di 1 unità ad ogni colpo perso e si diminuisce di 1 unità ad ogni colpo vinto.

►Oscar’s Grind: questa manovra cerca di sfruttare i trend positivi, l’obbiettivo è ovviamente sempre quello di vincere 1 unità ad ogni singolo attacco. Se dopo una puntata il colpo è vinto dal giocatore allora l’attacco è concluso, se invece si perde, si continua a giocare puntando 1 unità, ma appena si vince si aumenta di 1 unità la puntata, che resta sempre allo stesso livello anche per ogni colpo perso. In sostanza se si vince si aumenta la puntata, se si perde si punta sempre il numero di unità puntate al colpo precedente. Ovviamente questa progressione è pensata per non aumentare troppo la puntata nelle fasi negative e la cosa interessante è che comunque anche se si devono puntare ad esempio 5 unità, ma il saldo dell’attacco è -2, la puntata indicata dal programma non sarà 5 unità, ma solo 3, in modo che in caso di vincita si chiude l’attacco a +1 unità, senza rischiare di fare aumentare troppo il saldo negativo e quindi il recupero nel caso in cui la puntata venga invece persa.

►Bread Winner L3: manovra molto nota, che in realtà si applica a scaglioni di 5 livelli, (come appunto nella variante successiva). In pratica si punta sempre 1 unità, se si perdono 3 unità si passa a puntare 2 unità finché non si azzera tutta la perdita e si vince 1 unità, se si perdono anche altre 6 unità (2 x 3 = 6) si passa a puntare 3 unità e si resta a tale livello di puntata fino al recupero totale del saldo negativo. A differenza della variante classica da 5 livelli (Bread Winner L5), usare solo 3 livelli consente recuperi più veloci, sebbene anche le puntate possono crescere altrettanto velocemente.

►Bread Winner L5: la classica manovra, con 5 livelli ed il funzionamento già descritto in precedenza.

Per selezionare la progressione da applicare alla sessione basta spuntare la relativa voce sulla parte bassa della finestra del programma.

Questo è praticamente tutto, il bot giocherà da solo ininterrottamente seguendo la strategia di selezione impostata (non modificabile) ed applicando la progressione che abbiamo scelto.


Spiegazione degli indicatori

Per quanto riguarda le voci Frq/t-Min/t-Max/Now/Gap/Bet sono già state spiegate nei dettagli nel post del software ► Trend Grabber, vi rimando quindi alla lettura dell’articolo per capirne il significato, si tratta comunque di valori che Super Sic Bot genera automaticamente e sui quali non dobbiamo intervenire.

Il pulsante SIC BOT OFF/ON abbiamo già capito che serve ad avviare/fermare il Bot.

la voce Rolls indica quanti lanci ci sono stati, la voce WIN indica l’ultima chance che ha vinto tra S (small) e B (big), oppure se è uscita una T (tripla, ovvero 3 dadi uguali, l’unica chance che ci fa perdere comunque, come ad esempio lo zero per la roulette).

Più a destra troviamo il pulsante Reset, che semplicemente azzera i dati della sessione, ma non la cassa o lo stato della progressione.

Più sotto troviamo la voce Last, che indica l’ultima chance registrata dal Bot, BTimer è il tempo che deve trascorrere da quando partono i secondi per effettuare le puntate e No Bet è il numero di Rolls consecutivi in cui non abbiamo puntata nulla (serve per evitare la disconnessione per inattività, come vedremo a breve quando parleremo del Setup di Super Sic Bot).

P% è invece un indicatore statistico, se è superiore al 50% allora il bot punta, altrimenti no; il significato di questo valore lo trovate descritto nell’altro post su ► Trend Grabber.

I due pulsanti W (vinto) ed L (perso) servono a testare il comportamento della cassa e delle puntate in base alla manovra usata: non vanno assolutamente premuti durante il normale funzionamento del Bot.

Infine Next Bet indica il numero di unità per la puntata successiva e Bal$ indica il saldo della cassa.

Il pulsante R che segue serve ad azzerare il valore della cassa, della puntata e della progressione selezionata, ma non i dati della sessione ed il grafico.


Setup di Super Sic Bot

Passiamo infine alla parte apparentemente più ostica, ovvero il setup del Bot.

In questa finestra vanno inseriti tutti i parametri che servono al bot per capire cosa deve fare e soprattutto come riconoscere le chance uscite durante il gioco.

Per fare questo ho utilizzato un concetto molto semplice, ad esempio: se il colore di un preciso pixel dello schermo è bianco allora è uscito Big, se è verde allora è uscito Small, se non è nè bianco  nè verde, allora vuol dire che è uscita una Tripla.

Sul setup ho pubblicato un video che in 5 minuti chiarisce la procedura, lo posto qui sotto, ma subito dopo fornisco comunque alcune doverose spiegazioni.

Nel pannello più in alto PIXEL INFO potete leggere in tempo reale il colore del pixel che si trova sotto il puntatore del mouse e le relative coordinate X e Y di quel punto sul nostro schermo.

Dovete sapere che ogni colore dello schermo (sono milioni!) ha un codice alfanumerico preciso, composto dal simbolo $ più otto tra caratteri e numeri.

Solo alcuni colori base (nero, bianco, rosso, verde, grigio, blue, ecc.) hanno una codifica differente, ad esempio il codice del bianco è clWhite, quello del nero clBlack, ecc. muovendo il mouse sullo schermo potete vedere il relativo codice nel campo Color.


PANNELLO SIC BOT TABLE CONFIG

Come prima cosa dobbiamo aprire il tavolo del Sic bo su cui vogliamo giocare e, importante: mettere la finestra di gioco del casinò a tutto schermo.

Questo è importantissimo perché così le coordinate dei vari pixel che prenderemo come riferimento saranno sempre le stesse ogni volta cha apriremo il tavolo di gioco.

Nel campo SMALL (quello blu) metteremo dunque solo le coordinate X ed Y del pulsante per puntare sulla chance Small (le leggo posizionando il mouse sul pulsante per puntare Small e leggendo i valori nel pannello PIXEL INFO).

Nel Campo BIG (quello rosso) idem come sopra, ma per il pulsante che serve a puntare sulla chance BIG.

Nel campo Xs Chip (extra small chip) vanno inserite le coordinate della chip dal valore più basso (generalmente 0,20), che ci servirà per puntare il minimo su Small e Big contemporaneamente ogni tot mani in cui il bot non punta, per prevenire la disconnessione dal tavolo.

Nel campo St Chip (standard chip) vanno inserite le coordinate X ed Y della nostra unità base, che sarà quella che sceglieremo, oppure metteremo gli stessi valori della XS Chip se comunque volgiamo giocare per i minimi del tavolo.

Il campo prima di St Chip (dove in figura c’è il numero 1) serve a far puntare al bot importi diversi da quelli della singola chip: se ad esempio vogliamo usare come unità base 3 euro, nei campi St Chip inseriremo le coordinate della chip da 1 euro e poi inseriremo il valore 3 in questo campo.

Se quindi il bot in base alla progressione utilizzata deve puntare 2 unità, nella realtà al momento di puntare scommetterà per noi 2 x 3 = 6 euro e così via.


SETUP DEL BET TRIGGER

Nella prima parte del setup abbiamo c0nfigurato le coordinate dei pulsanti da premere per puntare su Big o Small e la selezione della chip minima per la puntata anti disconnessione e della chip standard per le nostre puntate (con l’eventuale moltiplicatore).

Passiamo ora ad insegnare al Bot  a riconoscere cosa è appena uscito tra Big/Small/Triple.

Bisogna anzitutto dire al nostro Bot il momento in cui deve leggere il colore del pixel che vedremo e questo sarà deciso dal Bet Trigger, che si configura inserendo i valori nel campo Bet T.

Il Bet Trigger Point in pratica è un punto dello schermo che cambia colore solo quando si aprono le puntate.

Ad esempio sulla piattaforma dell’immagine qui sotto ad ogni giro di puntate appare un conto alla rovescia in secondi, dove i numeri sono grandi e di colore bianco.

Posiziono quindi il mouse a metà del numero 1 e leggo le coordinate X/Y di questo punto sul desktop ed il suo colore grazie al pannello PIXEL INFO.

Riporto dunque nel bot i 3 valori che ad esempio in figura sono 947, 590 e clWhite ed il gioco è fatto, ogni volta che appare il numero 1 del conto alla rovescia il Bot saprà che un giro di puntate si è appena concluso ed che le puntate sono aperte.

Una volta che il Bot sa che le puntate sono aperte, gli indicheremo anche dopo quanti secondi deve agire, dato che inserirò nel campo BDelay, dove in figura ad esempio c’è il valore 4 che significa che appena parte il conto alla rovescia, il Bot attende 4 secondi e poi fa i tutti i suoi calcoli prima di (eventualmente) puntare.

Per quanto riguarda il Bet Trigger, grazie ai due checkbox S e D posso anche decidere se per l’apertura delle puntate il colore del pixel deve essere uguale (Same) a quello riportato nel campo Color oppure deve essere diverso (Different), di default è selezionato Same e per ora lasciamolo così.


Puntata No Log Off

Molte volte Super Sic Bot non punterà nulla, ecco perché ho opportunamente previsto l’inserimento di una puntata anti disconnessione.

Nel campo LO inseriremo il numero di giri senza puntate, superato il quale il Bot punterà una chip minima sulla chance Small ed una sulla chance Big.

Ovviamente se esce una Tripla, perderemo 40 centesimi visto che la puntata minima e di 20 centesimi.

Il numero progressivo delle mani senza puntate è visionabile nella finestra principale di gioco, nel campo No Bet.

Se quindi nel campo LO inseriamo il valore 7, al settimo giro consecutivo senza puntate il bot punterà 20 centesimi su Small e 20 centesimi su Big.


SETUP DEI TRIGGER SMALL E BIG

Dopo che il Bet Trigger ha segnalato al Bot che le puntate sono aperte, anzitutto Super Sic Bot deve capire cosa è appena uscito.

Per fare questo va a leggere 2 pixel sullo schermo, il primo è lo Small T, ovvero il trigger che indica che ha appena vinto la chance Small.

Per capire come configurare questo punto facciamo così: quando esce un totale inferiore a 11 (small) il pulsante della puntata Small si illumina, cioè cambia colore rispetto alla normalità.

Noi allora ci posizioniamo col mouse sul bordo del pulsante ed attendiamo che esca una chance Small per leggere sia le coordinate X ed Y del punto, ma soprattutto il colore del pixel quando il pulsante lampeggia.

Per questa operazione di precisione ci venie sicuramente in aiuto il software gratuito ► ThatsLuck Inspektor, lo stesso che ho utilizzato nel video dimostrativo su come fare il setup e che si può scaricare gratuitamente dal canale Telegram.

Una volta trovate le coordinate ed il colore del punto che ci interessa le inseriamo nel programma e facciamo la stessa cosa anche per il trigger della chance Big (Big T).

Tutti i dati relativi alla configurazione di un tavolo si possono comodamente salvare o caricare con gli appositi pulsanti LOAD e SAVE.


Game Session Config

Nella parte bassa del programma troviamo infine alcuni importanti parametri di gioco che descrivo di seguito.

I valori dei due campi t-S indicano al Bot il range del t-Student per le puntate, su questo come ho già scritto all’inizio del post trovate sicuramente maggior info nel post del software ► Sic bo Adventure, i valori di default sono 1,25 ed 1.50 che se non sai a cosa corrispondono ti raccomando di non modificare.

Il campo Bet Range indica il numero di lanci entro cui il Bot deve puntare.

Se quindi una tranche si prolunga oltre il decimo colpo (in figura c’è il valore 10) il Bot non punta più, pur continuando a registrare le uscite finché la sessione non si resetta per il raggiungimento del valore 1,50 del t-Student.

Se però spuntiamo anche la voce R sulla destra, al decimo colpo si resetta anche la sessione ed anche il conteggio del t-Student riparte da zero.

Le voci Daily StopWin e Daily StopLoss indicano le unità di StopWin/Loss che si posso impostare a proprio piacere, se poi si spunta anche la voce Shutdown PC, al raggiungimento di uno dei due casi, il Pc si spegne.

Infine il campo Martingale permette di inserire il valore massimo della puntata se come progressione si seleziona la Martingala.

Se ad esempio si seleziona come in figura il valore 4, il Bot in caso di alcuni colpi non vincenti consecutivi punterà 1-2-4 e se perde riprenderà a puntare da 1 o dal valore che inseriremo.


CONSIDERAZIONI E CONSIGLI FINALI

Il setup del Bot è molto più facile da fare che da descrivere, guardate bene il video postato prima e soprattutto scaricate anche ► ThatsLuck Inspektor, perché sarà sicuramente di grande aiuto soprattutto per configurare i trigger delle chance Small e Big.

Inizialmente usate solo chip dal valore molto basso, almeno finché non avrete preso maggiore confidenza col programma; vi ricordo che lasciare questo bot acceso 24 ore al giorno porterà a sconfitta certa, la chiave per vincere è uno stopwin giornaliero di 5/10 unità, poi non basta semplicemente cambiare tavolo, bisogna smettere e spegnere il pc, ricordate le riflessioni condivise prima, quando abbiamo parlato dell’Expected Value e della “folla”.

Anche se questo non è uno stile di gioco molto divertente possiamo anche lasciare a lavorare il pc la notte attivando lo shutdown, i conti poi si tirano a fine mese o al raggiungimento dell’obbiettivo di vincita prefissato.

Questo doveva essere un semplice post di presentazione ed alla fine è uscito quasi un libro, portate pazienza ogni tanto mi prende così… ciao!


⚠️ Se ti interessa questo nuovo Software per il Baccarat online puoi acquistare il manuale dal link qui sotto, all’interno dell’ebook troverai le istruzioni per il download ed il codice di attivazione. Tutte le altre info le trovi ➡️ qui.

www.bettingsoftwareshop.com

Vuoi restare aggiornato sulle nostre pubblicazioni?

iscriviti al canale Telegram e Youtube

Subscribe Now! + 🔔

Author: ThatsLuck
ThatsLuck.com sviluppa contenuti per il Betting Online con lo scopo di aiutare i giocatori a vincere e non è affiliato a casinò o bookmaker. Se anche tu condividi con noi questa passione, iscriviti sul canale Telegram e YouTube per restare informato su tutte le prossime pubblicazioni e se ti è piaciuto questo contenuto lascia un bel like di incoraggiamento cliccando sul pulsante 👍 all'inizio del post o sulle cover dei singoli libri. Grazie!